Charlotte Ueckert

 

 

(Germania)

 

 

 

Come funziona la parola

A sera vengono i vespieri

Con strilli acuti

Veleggian bruschi sotto l’ammasso delle nubi

Sin quasi dentro ai vicoli

Dentro la finestra e i miei orecchi.

Un piccolo sfarfallio

D’incantevol foggia

Bimbi giocosi in cerca d’un sorriso

E fuori dalla mia mutezza

Forzano me in parola

 

 

 

 

La valle decide tutto

Là dal profondo vengono i legumi

E frutti silvestri e uccelli

Fin quassù sui tetti

Pecore pascolano e sbevazzano dal ruscello

Fino al fondo e gli uomini migrano giù

A prima sera per cacciare

Io vedo barlumi di luce dall’alto

Che divorano il bosco e poi comincia

Il gridio “Ehi Ehi” e il latrare

Per il cinghiale e lo sparare

E poi tornan gli uomini e

Voglion essere ammirati veri uomini

Che di sicuro nulla sanno delle donne

 

 

I poemi degli ultimi giorni

Vissuti

E poi cadono le lettere dentro i miei orecchi

Dolci voci d’uccelli

Che cantano la pioggia ormai all’ultimo posto

Poesia del sublime

Sulla valle piena di foschia

 

 

 

 

 

 

____________________________

Charlotte Ueckert (nata 1944) studiato storia della letteratura, psicologia e l’arte e ha lavorato come ricercatore associato presso l’Università di Amburgo, nei campi della letteratura e della letteratura dell’esilio del dopoguerra. Didattiche e conferenze presso università, collegi, etc.

Articles similaires

Tags

Partager