Albert Russo

 

 

(Belgio)

 

 

 

ROMAmante, ROMAladra

 

se ti scrivo oggi

è per la gioia che mi dai

ma anchè per tutti

quegli indicibili sentimenti

di un anima irrequieta

 

la serenità

dei saggi non è mia

era già scritto

nel grembo di mia madre

ne ho trovato la prova

incisa su un obelisco

 

cerco nelle tue pietre

un segno dell’infanzia

cara illusione

perchè nelle mie vene

scorre un fiume immane

quello del Congo

 

mi sento a volte

cosi estraneo

soprattutto la notte

prima di addormentarmi

dev’essere la paura di perderti

o di morire nelle tue braccia

ma non appena

mi rifletto nella la tua luce mattutina

s’incendia il mio cuore

e posso di nuovo

sognare ad occhi aperti

 

quando scotta il sole

micidiale di agosto

percorrendo la piazza

ho talvolta l’impressione

che mi vuoi mettere a nudo

o, peggio, impiccarmi

in mezzo ad una folla in delirio

 

pensi di farmi soggezione

con la tua altezzosa grandiosità

ed è vero che certi tuoi paesaggi

marmorei mi tolgono il fiatto

mi sembra allora gallegiare in apnea

ma prima che l’irriversibile accada

scappo nelle tue viuzze

per respirare il profumo della vita

quello della focaccia

appena uscita dal forno

del cuoio che il pelletiere

sta conciando con tanta minuzia

del mazzo di fiori

immerso in aqua fresca

dei fichi languidi e sciropposi

che stuzzicano le papille

dell’anguria piangente

tagliata in fette

c’è il sudore della mugniaia

e quello del giovanotto frettoloso

girando l’angolo del vicolo

sento la puzza di benzina

mescolata a quella di piscia

ed invece di turarmi il naso

ne riempio i miei polmoni

come se ingerissi un elisire

 

entrando nelle tue chiese

m’inginocchio davanti ai tesori

del genio umano

ed ateo che sono

mi dico che i tuoi artisti

erano toccati dalla grazia divina

ma non appena il prete

inizia la messa e fa il suo sermone

parlando di ‘noi poveri pescatori’

sento un oppressione sul petto

e gli occhi m’insanguinano

allora devo fuggire

da quella freschezza cosi giovevole

ributtandomi nel rogo pomeridiano

 

quanto amo il canterellio

delle tue fontane

spargi una pioggia di diamanti

sorgenti di speranza

la tua bellezza pero inganna

o fà addiritura impazzire

non sono più sicuro

chè sii di questo mondo

dinanzi a te mi sento cosi umile

e qualche volta anchè svuotato

ho il sentimento di non più poter ragionare

che i miei pensieri si perdono

nei solchi delle tue immondizie

c’è in te una parte di crudeltà

perchè sai di essere eterna

mentre noi abbiamo i nostri umori

le nostre sofferenze

giochi con i nostri ricordi

e non appena te li offriamo

che li scagli nel Tevere

 

dall’orto botanico

sotto le palme reali

godo del tuo splendore

e mi metto a fantasticare

di essere il tuo amante

 

fra il lusco e il brusco

quando ti vesti di scintille

diventi la mia bambola

lussuregiante

quanto vulnerabile

quasi umana

ma il sindaco si mostra geloso

possessivo

lusinga la tua vanità

ed a notte avanzata

ti risvegli

gridando la tua strapotenza

con fuochi d’artificio

e musica psichedelica

violentando l’intimità

dei tuoi antenati

regalando ai passanti

gioie effimere

hai proprio bisogno

di corteggiarci

poveri mortali chè siamo?

 

uno dei miei ricoveri prediletti

è il laghetto

nel parco di Villa Borghese

seduto davanti al Tempio di Esculapio

ammirando la danza sottile

di un cigno solitario

mi viene la voglia di piangere

chiedendo al cielo perchè

tutti questi massacri

in Africa ed in Asia

perchè tanto odio

nel cuore degli uomini

perchè tante donne

debbano ancora

sottomettersi alla volontà

di quei milioni di maschi chè

credono altrimenti

di perdere la loro virilità

e allora concludo chè il paradiso

si trova solo

nel mondo degli angeli

 

ROMAmante, ROMAladra

 

 

 

 

 

 

 

 

____________________________________________

 

Albert Russo who has published worldwide over 85 books of poetry, fiction and photography, in both English and French, his two mother tongues (Italian being his ‘paternal’ tongue; he also speaks Spanish and German and still has notions of Swahili), is the recipient of many awards, such as The New York Poetry Forum and Amelia (CA) awards, The American Society of Writers Fiction Award, The British Diversity Short Story Award and the Prix Colette, among others. His work has been translated into a dozen languages on the five continents. He has garnered several prizes for his photography books, Indie Excellence awards, among others. Some of his photos have been exhibited at the prestigious Museum of Photography in Lausanne, Switzerland. He was also a member of the 1996 jury for the  Neustadt International Prize for Literature which often leads to the Nobel Prize of Literature.

 

Visit the author’s three literary websites:

www.albertrusso.eu 

www.albertrussobilingual.com

www.authorsden.com/albertrusso

 

Researchers and students of literature may now

access the Albert Russo Literary Archives

in Brussels, Belgium, the capital of the European Union:

ARCHIVES & MUSÉE DE LA LITTÉRATURE

Bibliothèque Royale Albert Ier

Boulevard de l’Empereur 4 – 1000 Bruxelles – Belgique

 

search / rechercher: Auteur Albert Russo

http://www.aml-cfwb.be/rechercher/catalogue

 

Ranker: 300+ World’s best LGBT writers:

 

http://www.ranker.com/list/gay-authors-list-of-famous-lgbt-writers/kron34?page=1

Articles similaires

Tags

Partager